RACCONTO DI ANNA LAURA: VIAGGIO DI GRUPPO A NEW YORK - CAPODANNO 2018

A Manhattan ogni cosa fluttua, incalza, pulsa al bagliore delle luci...

RACCONTO DI ANNA LAURA: VIAGGIO DI GRUPPO A NEW YORK - CAPODANNO 2018:Foto1
RACCONTO DI ANNA LAURA: VIAGGIO DI GRUPPO A NEW YORK - CAPODANNO 2018:Foto2
RACCONTO DI ANNA LAURA: VIAGGIO DI GRUPPO A NEW YORK - CAPODANNO 2018:Foto3

A Manhattan ogni cosa fluttua, incalza, pulsa al bagliore delle luci.

Manhattan si estende in altezza, è piena di grattacieli illuminati che rischiarano la notte. Ero sempre con il naso all’insù a guardare! A Times Square sembra sempre giorno, si è inondati dalla luce delle insegne pubblicitarie luminose che cambiano vertiginosamente ipnotizzandoti.

Manhattan è un luogo per certi versi irreale, con il vapore che esce dalla pavimentazione delle strade, le luci che la illuminano a giorno, i taxi gialli che si fermano in pochi istanti al tuo fianco se alzi la mano, i negozi con marchi famosi con le facciate dei palazzi tutte illuminate, le lunghe limousine bianche e nere che sfrecciano sulla strada, i caratteristici camion dei pompieri che sembrano usciti da un fumetto, i pullman neri e grandi dei film, i ponti illuminati…

A Manhattan è tutto amplificato: la gente cammina più in fretta che in qualsiasi posto che ho visitato, c’è più freddo che in montagna con meno gradi, c’è una strabiliante varietà di ristoranti, pizzerie, mercati dove oltre a comprare si mangia come in un self-service, pret-a-manger per fare colazione, food truck aperti a tutte le ore. C’è un’urbanistica semplice che permette di muoversi senza bisogno di una cartina, ci sono moltissimi poliziotti per le strade che danno un senso di sicurezza quando si cammina da soli e con il buio, non ho mai visto mendicanti, né barboni, né ubriachi. È il regno dello shopping, c’è un polmone verde enorme, il Central Park in mezzo ai grattacieli, ci sono tantissime attrazioni da visitare e musei a tema, luoghi panoramici raggiungibili con ascensori velocissimi.

L’Empire State Building, il grande grattacielo art déco, è stata l’attrazione più emozionante che ho visto: ho riconosciuto subito il luogo dai film “King Kong” e “Indipendence Day”. È stata una sensazione stranissima, come un déjà vu. Arrivata alla terrazza panoramica dell’ottantaseiesimo piano e ancor di più a quella del centoventiduesimo il cuore ha sobbalzato pieno di meraviglia per la vista incomparabile su tutta Manhattan illuminata. Uno spettacolo incredibile! Manhattan ai miei piedi.

L’Empire State Building è stato per me una presenza costante per tutta la vacanza, visibile di giorno alzando gli occhi al cielo e di notte quando era illuminato.

Una vista spettacolare l’ho goduta anche l’ultima mattina del nostro viaggio a New York grazie all’ingegno di un compagno di viaggio Denis, sul Top of the Rock. Siamo arrivati io Chiara e Denis alle 9.30 e le visite erano tutte esaurite fino alle 12.30. Noi dovevamo essere in hotel per liberare le camere a mezzogiorno.

Denis ha fermato un addetto, gli ha spiegato che dovevamo prendere un aereo, che non potevamo partire senza vedere il Top, ha mostrato gli operativi del volo e, come per magia, ha ottenuto il permesso di entrare. Non solo, io avrei dovuto pagare il biglietto perché non avevo come loro l’entrata gratuita con il city pass, ma a Dennis la biglietteria ha messo un timbro sul suo biglietto di prenotazione per tutti e tre, così io sono entrata gratis. L’addetto inoltre non ci ha fatto fare la fila: l’abbiamo ringraziato e lui sorridente e felice mi ha abbracciato dicendomi “Bella l’Italia”. Raggiunto il primo punto di osservazione ne ho scoperti altri due in alto, senza barriere, dai quali la vista ha spaziato per 360 gradi! Panorama mozzafiato su Manhattan, New Jersey, ponte di Brooklyn, fiume Hudson, Central Park.

Il giro in battello di sera nella baia di Manhattan con cena favolosa (menù sponsorizzato dall’agenzia che ha curato tutti i dettagli del nostro viaggio a New York) è stato indimenticabile: abbiamo piacevolmente cenato navigando nella baia di Manhattan illuminata, fino alla Statua della Libertà. Ogni tanto mi alzavo per andare sul ponte, sferzato dal vento freddo, a fare foto. È stato spettacolare trovarsi in mezzo alle luci della città, vicinissima alla statua: il battello ci ha girato intorno.

La passeggiata più inaspettata e intrigante è stata quella a vedere le luminarie natalizie di Brooklyn. C’è un quartiere, il Dyker Heights, famoso per le case super addobbate: sono incredibili! I proprietari sono in competizione tra loro per decorare in modo spettacolare le case, alcuni addirittura si rivolgono a professionisti, molte case sono decorate in modo pazzesco. Abbiamo camminato nella gelida serata per le vie del quartiere fotografando quelle che ci colpivano di più.

Per conoscere la città ottimi i giri proposti nel programma del nostro viaggio organizzato a New York e bellissima la visita con Jacqueline che ci ha portato a camminare sul ponte di Brooklyn, un capolavoro neo-gotico costruito interamente in granito, prendendo la metropolitana!

Fantastico il tour ad Upper Manhattan ed in particolare alla Grand Central Station, con la sua struttura stupefacente: lampadari giganteschi, marmi, bar e ristoranti con arredo d’epoca. Abbiamo incontrato un soggetto stranissimo, un vecchio reporter con abbigliamento pazzesco e capelli tirati su a formare una specie di cappello a punta.

Bellissimo ed entusiasmante girare per Manhattan a fare foto e shopping.

Theodore Dreiser dice di N.Y.C: “È una grande metropoli, palpitante di vita incessante, che batte al ritmo di un cuore immenso, capace di farsi intendere ai quattro angoli del mondo.” Vero!

Ringrazio di cuore la simpatica, competente, attenta guida Jacqueline, che ci ha accompagnati e supportati alla scoperta di New York stando piacevolmente in nostra compagnia anche nei giri fuori programma.

Un saluto caloroso va ai compagni di viaggio con i quali sono stata benissimo e ho condiviso questo emozionante tour che ho goduto anche grazie a Raffaele, affascinante e competente guida newyorchese.
Anna Laura Curcio Rubertini

RACCONTO DI ANNA LAURA: VIAGGIO DI GRUPPO A NEW YORK - CAPODANNO 2018:Foto4

Viaggi correlati

Disponibile
accompagnati da noi New York - Ponte 1 Maggio

Dal 1 maggio al 6 maggio

€ 995 Scopri di più

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie.