VIAGGIO ORGANIZZATO DI GRUPPO Uganda

Uganda

ACCOMPAGNATI DA NOI
condividi
Trekking Uganda - giugno, agosto e ottobre 2018:Foto1
Trekking Uganda - giugno, agosto e ottobre 2018:Foto2
Dal 29 giugno al 3 ottobre
Durata: 12 giorni / 11 notti
Disponibilità:
Disponibile
A partire da: € 4.200* * Volo incluso quote nel dettaglio

Un viaggio nel cuore dell’Africa nera, nella terra dei grandi primati, dove l’uomo non ha ancora preso possesso del territorio, ancora dominato in gran parte dagli animali.


TOUR DI GRUPPO con guida italiana

DATE DI PARTENZA dal 29 giugno al 10 luglio; dal 4 al 15 agosto; dal 3 al 14 ottobre 2018

AEROPORTO DI PARTENZA Roma / Milano

ITINERARIO Entebbe | Murchison Falls National Park | Kibale Forest National Park | Queen Elizabeth National Park | Ishasha | Bwindi Impenetrable Forest National Park

 NR PARTECIPANTI min. 4 / max. 15

PRENOTAZIONI  consigliamo di inoltrarci le vostre iscrizioni almeno 2 mesi prima della partenza

QUOTAZIONI vedi sotto

OPERATIVO VOLI DA ROMA

VOLO PARTENZA ORARIO ARRIVO ORARIO
ET703 Fiumicino 23:45 Addis Abeba 06:35 (+1)
ET332 Addis Abeba 10:10 Entebbe 12:15
ET335 Entebbe 18:25 Addis Abeba 20:30
ET712 Addis Abeba 00.10 Fiumicino 05.10

 

OPERATIVO VOLI DA MILANO

VOLO PARTENZA ORARIO ARRIVO ORARIO
ET703 Malpensa 21.15 Addis Abeba 06.35 (+1)
ET332 Addis Abeba 10:10 Entebbe 12:15
ET335 Entebbe 18:25 Addis Abeba 20:30
ET726 Addis Abeba 00.15 Malpensa 06.15

 


ET = Ethiopian Airlines

1° giorno Partenza Dall’Italia
Partenza del volo dall’Italia per l’Uganda; pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno Entebbe
Arrivo all’aeroporto di Entebbe, espletamento delle formalità di doganali (emissione del visto) e incontro con la nostra guida Marta. Trasferimento privato alla Boma Guest House (10 minuti). Sistemazione in camera doppia con trattamento di pernottamento e prima colazione.
Entebbe – Kampala
Città moderna e vivace, la capitale ugandese ha sofferto molto durante la guerra civile. Nei circa dieci anni di governo del presidente Museveni, Kampala si è trasformata da città fantasma, depredata di tutto, in un centro fiorente come si conviene alla capitale di un paese che vanta uno dei più alti tassi di crescita del continente africano. La corrente elettrica funziona, dai rubinetti esce acqua limpida, gli edifici danneggiati sono ora nuovamente abitabili e ne sono sorti altri, i negozi e i mercati sono di nuovo ben forniti. Oggi Kampala ha addirittura casinò, locali notturni e ristoranti eleganti. Inoltre, è una città sicura.
Si dice che Kampala sia costruita su sette colline, ma il centro sorge su una sola di esse, Nakasero. La metà superiore della collina è una sorta di città giardino, con ampi viali tranquilli su cui si affacciano grandi case protette da imponenti recinzioni. È questo il quartiere delle ambasciate, delle organizzazioni umanitarie, degli alberghi più esclusivi, degli uffici governativi e dei ricchi in genere. La metà inferiore della collina è un mondo completamente diverso fatto di negozi, piccoli esercizi commerciali, alberghi e ristoranti economici, mercati e templi hindu. Le strade di questa zona congestionata sono gremite di gente, vecchie automobili sgangherate, venditori di biglietti della lotteria e bancarelle sui marciapiedi che vendono di tutto, dai timbri di gomma ai ricambi per le radio.
Se non vi bastano le strade di Kampala, segnaliamo alcuni siti turistici di un certo interesse. Sicuramente, la sezione più interessante dell’Uganda Museum è la collezione di strumenti musicali tradizionali, che potete suonare liberamente. Le Tombe di Kasubi sorgono su Kasubi Hill, che ospita il palazzo reale la cui costruzione risale al 1881. È qui che troverete gli enormi edifici tradizionali in canne e tapa dei kabaka (re) del popolo baganda.

Boma Guesthouse
La Boma Guesthouse è il luogo ideale ove soggiornare per chi si trova a Entebbe, prima di partire per un’altra zona del paese o per esplorare Kampala. Attraente, con un disegn che risale al 1940 con i giustapposti tocchi moderni e giardini botanici nelle vicinanze che meritano una visita.
Ci sono solo 15 camere a Boma, alcune delle quali familiari, gli interni sono una miscela di arredi europei e africani in stile coloniale. La maggior parte di esse sono dotate di WiFi, TV satellitare, bagno privato, letti a baldacchino, una veranda e prese di corrente per la ricarica di apparecchiature elettriche.
L’hotel offre ai suoi ospiti la possibilità di acquistare autentiche opere d’arte ugandesi e manufatti presso un piccolo negozio adiacente alla proprietà e la possibilità di rilassarsi nella piscina. Una serie di piatti speciali attendono il vostro palato presso il ristorante dell’hotel, con una miscela di gusti indiani, europei e mediterranei, oltre alle eventuali richieste specifiche che possono essere soddisfatte singolarmente dallo chef.

3° giorno Murchison Falls National Park
Dopo colazione si parte per un safari di mezza giornata sulla riva settentrionale del Nilo con un ranger. Si possono avvistare: giraffe di Rothschild, elefanti, Jackson Hartebeest, leoni, oribi, antilopi d’acqua e una vasta gamma di uccelli. Pranzo pic-nic e crociera in barca fino alla base delle cascate, un vero paradiso per coccodrilli e ippopotami. Continueremo poi a piedi fino alla sommità delle cascate. Rientro al lodge. Cena e pernottamento.

4° giorno Murchison Falls National Park | Kibale Forest National Park
Dopo la colazione si parte per il Kibale National Park. Pranzo lungo il tragitto. Sistemazione al Primate Lodge in tenda safari di lusso con trattamento di pensione completa. Cena e pernottamento.
Kibale Forest National Park
Le montagne del Ruwenzori, avvolte dalle nebbie, rappresentano uno dei percorsi di trekking più impegnativi dell’Africa Orientale. Si estendono per circa 100 km e costituiscono uno dei più famosi parchi nazionali dell’Uganda. Al centro si trovano nevai e ghiacciai perenni, il più elevato dei quali è il Monte Stanley, che si erge in mezzo al parco a un’altitudine di 5109m. Fort Portal, una verde cittadina piacevole e tranquilla all’estremità nord-orientale della catena del Ruwenzori, sorge in mezzo a piantagioni di tè ed è il punto di partenza per esplorare il Kibale Forest National Park, situato 30 km a sud-est. Il parco è famoso per gli scimpanzé e si dice che abbia la più alta densità di primati al mondo. Ospita anche babbuini, colobi rossi e bianchi e mammiferi più grandi come tragelafi striati, sitatunga, cefalofi, civette, bufali ed elefanti.
Primate Lodge Kibale
Il Primate Lodge di Kibale è un eco-lodge esclusivo situate nel cuore del Kibale Forest National Park ed è circondato da una foresta tropicale lussureggiante che ospita 13 diverse specie di primati tra cui gli scimpanzé. Situato all’interno della foresta, questo safari lodge offre un’esperienza genuina all’interno della giungla ed è un’ottima alternativa per avvistare i primati. Le otto tende safari di lusso si trovano sopra piattaforme di legno e hanno il tetto makuti per avere il minimo impatto visivo con la natura circostante. Ogni tenda ha una veranda e l’intero è decorato in raffinato stile africano

5° giorno Kibale Forest National Park
Giornata dedicata soprattutto all’osservazione degli scimpanzé. Di primissima mattina sarà consegnata una colazione e un pranzo pic-nic perché la giornata è interamente dedicate a vivere con gli scimpanzé nella foresta tropicale. Si ammirano queste splendide creature che si svegliano, cercano il cibo e si nutrono, si riposano, giocano e infine si ritirano nuovamente per dormire. Questo programma di osservazione degli scimpanzé è gestito da Great Blue Turaco in collaborazione con il Jane Goodall Institute e si focalizza ad abituare gli scimpanzé alla presenza umana senza alterarne i comportamenti naturali. Cena, brindisi di fine anno e pernottamento al Primate Lodge.

6° giorno Kibale Forest National Park | Queen Elizabeth National Park
Prima colazione. Attività facoltativa: passeggiata nella Bigodi Swamp walk (US$ 20) che è famosa per la biodiversità di uccelli e di primati.
Trasferimento al Queen Elizabeth National Park (180 km), parco che possiede uno dei più alti tassi di biodiversità al mondo: si passa dalla savana sterminata alla foresta pluviale, dalla laguna di papiri ai laghi vulcanici all’immensità del Lago Alberto. Vi sono quasi 100 specie di mammiferi tra cui leoni, ippopotami, bufali, leopardi, iene maculate, elefanti e lo schivo cinghiale gigante delle foreste, oltre a circa 606 specie di uccelli, che includono l’aquila dal petto nero, l’uccello dal becco a scarpa e innumerevoli altri. Tra i primati si annoverano lo scimpanzé, il colobus bianco e nero, e il colobus dalla faccia near, la scimmia dalla coda rossa e i babbuini color oliva. Tra i rettili, il famoso pitone delle rocce. Sistemazione al Ihamba Safari Lodge in camera doppia con trattamento di pensione completa. Pranzo. Nel pomeriggio crociera in barca lungo il Kazinga Channel, un canale naturale tra il lago Edward ed il lago George. Grazie all’abbondante varietà di uccelli, gli elefanti, i bufali e le centinaia di ippopotami, questa crociera è davvero imperdibile. Rientro al lodge, poi cena e pernottamento.
Queen Elizabeth National Park
Il Parco Nazionale Regina Elisabetta è un parco nazionale dell’Uganda Occidentale. Il suo territorio si sviluppa attorno al canale di Kazinga, che unisce i laghi George e Edward. È stato istituito nel 1954 e prende il nome dalla regina Elisabetta II del Regno Unito.
Il parco include al proprio interno la foresta di Maramagambo e parte del lago Edward, e confina con altre aree naturali protette: le riserve faunistiche di Kigezi e Kyambura (quest’ultima nota per la popolazione di scimpanzé abituati alla presenza umana e quindi avvicinabili), il parco nazionale ugandese di Kibale e il parco nazionale della Repubblica Democratica del Congo di Virunga.
Fra gli animali presenti nel parco ci sono i coccodrilli del Nilo e gli ippopotami, di cui nel canale di Kazinga si registra una delle massime concentrazioni al mondo. Altre specie animali presenti che si stanno ripopolando sono l’elefante, il leopardo, il leone, l’ilochero, il facocero, il bufalo e l’antilope kob. La zona conosciuta come Ishasha (all’estremità sud-occidentale del parco, presso il confine con il Congo) è nota per la sua popolazione di leoni, che hanno la particolare abitudine (osservata solo in pochissime altre zone dell’Africa) di arrampicarsi sugli alberi. Nelle aree lacustri sono comuni anche gli stormi di fenicotteri rosa. Complessivamente sono state classificate nel parco 95 specie di mammiferi e oltre 600 specie di uccelli.
Ihamba Lakeside Safari Lodge
L’Ihamba Lakeside Safari Lodge si trova sulle rive del lago George all’interno del Queen Elizabeth National Park. Nato dal nostro amore per la natura e gli animali, il lodge è la cornice perfetta per coloro che vogliono assaporare appieno la quiete di queste luoghi. Il lodge è composto da sei cottage con una splendida vista sul lago. Di notte il silenzio è allietato dalla colonna sonora degli ippopotami, il vero grande concerto naturale dell’Africa!

7° giorno Queen Elizabeth National Park – Zona Di Ishasha
Prima colazione. Trasferimento nella parte meridionale del parco, conosciuta come Ishasha e famosa per la presenza dei leggendari leoni sugli alberi. Sistemazione all’Ishasha Jungle Lodge con trattamento di pensione completa. Pranzo e safari nel pomeriggio. Rientro per la cena e il pernottamento.
Ishasha Jungle Lodge
L’Ishasha Jungle Lodge è un piccolo lodge ecologico interamente costruito con materiai locali, arredato con pezzi di arte Africana e in cui tutta l’energia è generata da pannelli solari. È composto da quattro cottage su piattaforme sopraelevate. Le camere sono ampie e il ristorante offre piatti di cucina locale ed internazionale.

8° giorno Queen Elizabeth National Park – Zona Di Ishasha
Prima colazione. Safari in jeep sia al mattino che al pomeriggio per avvistare i leoni sugli alberi. Pranzo, cena e pernottamento al lodge.

9° giorno Ishasha | Bwindi Impenetrable Forest National Park
Prima colazione. Trasferimento al Bwindi Impenetrable Forest National Park, ove si trovano i bellissimi gorilla di montagna (80 km). Arrivo e sistemazione al Engagi Lodge con trattamento di pensione completa. Cena e pernottamento.
Bwindi Impenetrable Forest National Park
Bwindi è uno dei parchi nazionali ugandesi di più recente istituzione. Noto un tempo con il nome di ‘Foresta impenetrabile’, occupa una superficie di 330 kmq nel sud-ovest del paese, vicinissimo al confine con la Repubblica Democratica del Congo (ex Zaire). Il parco ospita uno degli ultimi habitat rimasti del gorilla di montagna e conta circa 320 esemplari di questa specie, ossia la metà dell’intera popolazione mondiale. A causa dei disordini in Ruanda e nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, il parco di Bwindi è diventato la meta principale dell’Africa Orientale per vedere questi animali.
Il Bwindi National Park è una delle zone dell’Africa più ricche di flora e fauna e ospita elefanti, il raro ilochero (maiale gigante delle foreste) e almeno 10 specie di primati. La sede del parco è a Buhoma, ai margini settentrionali, ed è da qui che partono le visite ai gorilla.
Engagi Lodge
Engagi Lodge a Bwindi è un lodge moderno con una vista meravigliosa sul Bwindi Impenetrable Forest National Park. Il lodge è stato costruito usando materiali naturali (rocce e legno di eucaliptus con tetti di foglie di banano) e da ogni angolo vi è una vista magnifica sulla foresta. Il lodge è composto da otto cottages con letti matrimoniali, bagno con acqua calda grazie a boiler ecologici che bruciano il legno.
Dal lodge la vista può spaziare fino al fiume per avvistare la ricca avifauna della zona.

10° giorno Bwindi Impenetrable Forest National Park
Prima colazione e partenza per l’escursione alla ricerca dei gorilla di montagna. Ogni partecipante viene inserito in un gruppo di otto persone a cui viene destinata una delle famiglie di gorilla e una guida specializzata.
Il tempo necessario per raggiungere la propria famiglia di gorilla è imprevedibile e può andare da 2 a 8 ore. Una volta raggiunta la famiglia, si ha un’ora a disposizione per osservare questi splendidi animali che si nutrono, si muovono, giocano: un’esperienza indimenticabile!
Rientro in hotel. Pranzo (se si torna presto). Cena e pernottamento.

11° giorno Entebbe – Partenza Per L’italia
Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Entebbe in tempo per il volo di rientro in Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

12° giorno Arrivo In Italia
Arrivo in Italia verso i rispettivi luoghi di provenienza.

FORMALITA’ DI INGRESSO PER CITTADINI ITALIANI
Come da sito del Ministero degli Affari Esteri http://www.viaggiaresicuri.it

I cittadini stranieri sono obbligatoriamente tenuti a reperire personalmente le relative informazioni attraverso le proprie rappresentanze diplomatiche presenti in Italia e/o attraverso i rispettivi canali governativi ufficiali.


ASSICURAZIONI FACOLTATIVE
All’ atto della prenotazione raccomandiamo a tutti i partecipanti di stipulare polizze assicurative integrative e polizze assicurative contro le spese derivanti da un eventuale annullamento. Per normative e quotazioni vedi ASSICURAZIONI FACOLTATIVE.

Quote individuali
Quota di partecipazione
- in camera doppia: € 4.200
- in camera singola: € 5.080
Tasse aeroportuali attuali: € 375
Visto d'ingresso: USD 100
Spesa di apertura pratica: € 30

scopri cosa è incluso/non incluso
Ti interessa questo viaggio? Contattaci.

Scrivici una mail mediante il modulo sottostante oppure contattaci al +39 0721 37 13 79



Contattaci

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie.